La motobarca EBA viene ceduta ai colleghi di Trieste
News

La motobarca EBA viene ceduta ai colleghi di Trieste

Il 14 Febbraio 2020, nello studio notarile Francesca Perris di Ravenna, viene stipulato il contratto di cessione della M/b EBA di nostra proprietà, in favore dei colleghi Ormeggiatori del porto di Trieste.

Costruita nel cantiere Tecnokappa s.r.l. nel 1993, scafo in plastica rinforzata con fibre di vetro della lunghezza fuori tutto di mt. 10.79, larghezza mt. 3.24, munita di due motori diesel entrobordo costruiti dalla ditta IVECO AIFO, con potenza di 200 CV l’uno, ha prestato il suo onorevole servizio presso il nostro Gruppo distinguendosi, sin da subito per le sue doti marinaresche, manovriera, ottima tenuta del mare ed una buona velocità di crociera.

Acquistata principalmente per svolgere il servizio di ormeggio e disormeggio presso il terminale marino offshore dell’ENELposto a circa sei miglia al largo della costa, al traverso della zona tra Marina di Ravenna e Punta Marina, vanta nel suo repertorio, un anno di servizio presso il Terminale marino Adriatic LNG, isola artificiale che funziona da rigassificatore di GNL, posta a 9 miglia al largo di Porto Levante dove ormeggiano navi da 300 metri di lunghezza e 50 mt. di larghezza.

Ha però, mostrato il meglio delle sue doti marinare nell’assolvere le sue funzioni pubblicistiche, cioè durante gli interventi di emergenza a cui è stata “chiamata in causa”, su tutte ricordiamo quel pomeriggio del 24 settembre 2004 dove vennero salvate 10 persone, raccolte dal mare in tempesta e portate in porto e il 28 dicembre 2014, dopo la collisione tra due mercantili, è stata condotta fuori dalle dighe grandi, tra onde di 4-5 metri nel tentativo di salvare l’equipaggio di una delle due navi, riverso in mare.

Ora, nostro malgrado, complice l’oramai inattività del Terminale ENEL, che ha visto le ultime navi ormeggiate nel 2004, e l’impossibilità di mantenere efficienti più imbarcazioni destinate all’offshore, l’abbiamo venduta ai nostri colleghi Triestini, certi di averla consegnata in buone mani, a persone che come noi, sono prima di tutto marinai e che reputano la loro imbarcazione parte imprescindibile della loro squadra.